Filippo Boni, “Gli eroi di via Fani” ed. Longanesi

4 Risposte

  1. Antonio Eusebi ha detto:

    Forse molti li hanno dimenticati. I più giovani non sanno nemmeno chi erano: io so perfettamente chi erano e non potrò mai dimenticarli: erano i 5 agenti di scorta dell’onorevole Moro. Ma non mi piace ricordarli così: avevano un nome e un cognome: è così che voglio ricordarli: si chiamavano Oreste Leonardi, Domenico Ricci, Giulio Rivera, Francesco Zizzi, Raffaele Jozzino. Vennero vigliaccamente e barbaramente trucidati mentre adempivano al proprio dovere e difendevano lo stato e la democrazia. Alcuni di loro, ormai gravemente feriti e ormai incapaci di tentare qualsiasi tentativo di reazione vennero finiti con un colpo di grazia alla tempia. Credo sia giusto ricordarli perché il loro sacrificio sia di monito e di insegnamento all’attuale e alle future generazioni.

    • Gianmarco Calore ha detto:

      Dimenticare sarebbe il peggiore degli oltraggi… il pregio di questo libro è proprio quello di farci conoscere chi erano questi giovani angeli custodi. È un monumento a tutti gli appartenenti alle Forze dell’Ordine caduti, feriti e dimenticati dalle nostre istituzioni.

  2. RickyTo ha detto:

    Mi associo, aggiungendo che dovrebbero parlarne anche nelle scuole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.