Disperso dalla data del 24 Ottobre.

L’agente Salatino, già aviere della Regia Aeronautica, si era arruolato in Polizia il 1° Settembre 1943. Assegnato inizialmente al Battaglione Mobile di Firenze, venne trasferito alla Compagnia Autonoma di Valdagno (VI) dal 18 Giugno 1944.

Il 24 Ottobre 1944 ricevette tre giorni di licenza per recarsi a Milano, periodo durante il quale scomparve. Probabilmente fu ucciso, ma il suo corpo non venne mai ritrovato.

Secondo alcuni rapporti delle brigate partigiane, venne fermato il 26/10/44 in compagnia di una donna che fu rilasciata, mentre lui venne ucciso in un “tentativo di fuga” da elementi partigiani della 50^ Brg. “Vedo”.

Intervenne Dichiarazione di Morte Presunta con sentenza del Tribunale di Cosenza pubblicata in G.U. del 01/08/1962.

Fonte: Ufficio Storico della Polizia di Stato; archivio storico “Livio Valentini” in www.laltraverita.it.