Fu ucciso a colpi di pistola il 30 Dicembre a Sortino (SR).

La guardia regia Tabacco si trovava in licenza a Sortino, proprio paese di origine, quando intervenne per sottrarre il proprio fratellino minore dalle angherie di un bullo il quale, all’arrivo del poliziotto, estrasse una rivoltella esplodendo a bruciapelo contro di lui vari colpi di arma da fuoco, uccidendolo.

L’assassino venne arrestato dai carabinieri.

 

N.B. le fonti non riferiscono l’esatta sede di servizio della guardia Tabacco. La citazione da noi riportata deve quindi considerarsi come indicativa.

 

Fonte: “Il Mattino” e “il Piccolo” del 31 dicembre 1922