Morì all’ospedale militare di Padova ove era stato ricoverato a seguito di tubercolosi contratta in servizio.

Nell’inverno del 1945 la città di Padova venne colpita da un’epidemia di tubercolosi che provocò numerose vittime tra la popolazione. La guardia Minotti contrasse il morbo durante il disimpegno del servizio: il suo ricovero in ospedale non servì a salvargli la vita. Per la medesima causa morì anche un fratello, all’epoca guardia carceraria.

La guardia Minotti, che aveva frequentato il corso di formazione presso la scuola di Caserta, lasciò i genitori. Gli fu riconosciuta la causa di servizio e la pensione di reversibilità a favore della madre.

La salma del militare riposa nel Cimitero Maggiore di Padova presso il colombario di famiglia ubicato in galleria ovest.

Fonte: si ringrazia sentitamente la famiglia del defunto per le informazioni fornite.