Morì a Cattaro (YU) nel corso dei combattimenti contro i nazisti.

Quella mattina la guardia De Rico Conte, assieme ai pochi agenti rimasti in città dopo l’Otto Settembre, fu comandato di servizio di difesa della città di Cattaro da eventuali attacchi. L’aliquota di agenti venne schierata sui bastioni delle mura fin dalle 5 del mattino. Ben presto scaturì un conflitto a fuoco contro le truppe naziste che volevano entrare in città: nel corso di esso il militare venne colpito e ucciso. Nella medesima circostanza morì anche il vice brigadiere Arnaldo Pistolato.

Fonte: si ringrazia l’Ispettore Capo Vincenzo Marangione per le ricerche effettuate.