Leggende nere

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. FERNANDO ha detto:

    Gent.le Gregorutti, ho letto con piacere questo suo vecchio articolo (purtroppo nella giornata in cui un altro agente è deceduto) e mi trovo in sintonia su quanto da lei scritto. Troppo spesso si cerca di presentare in criminali per quello che non sono nella realtà mistificando i fatti o alterandoli completamente e questo, per la nostra storia patria, dall’800 ad oggi si è ripetuto spesso, dai briganti, ai terroristi e ai criminali comuni. Troppo spesso si dimenticano i nomi e i volti delle vittime e questo, insieme ad un giudizio errato, è la peggiore delle analisi che si possa fare. “Il male ha sempre lo stesso volto”. Un cordiale saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.