Morì il 13 Luglio, ucciso dal bombardamento aereo Alleato su Brescia insieme ai colleghi Sante Croce e Evangelista Vitali.

Quella mattina il poliziotto si stava recando presso il tribunale della città lombarda per indagini di natura politica; alle ore 11, a seguito di allarme aereo, si rifugiò nei sotterranei dello stabile ubicato in via Moretto n° 48, il quale venne tuttavia centrato da un ordigno che lo distrusse uccidendolo.

Altre 193 persone, tra civili e militari rimasero uccise durante l’attacco.

Proveniente dall’Arma dei Reali Carabinieri, transitò nel Corpo degli Agenti di P.S. il 1° giugno 1936 venendo assegnato alla Squadra Politica della Questura di Brescia.

Le sue spoglie riposano nel cimitero di Paderno Franciacorta.

Fonte: Albo dei Caduti e Dispersi della R.S.I. edito a cura dell’Istituto Storico della R.S.I.